News


28 Settembre 2021

Torino: cala il sipario sulla I edizione del Festival della Sostenibilità dedicato ai bambini

Educazione alimentare, ambientale, mobilità sostenibile ed educazione stradale sono le tre aree di intervento sviluppate nel progetto “Costruire un futuro: bambini e sostenibilità”, il primo Festival della Sostenibilità, organizzato a Torino dall’Associazione Manzoni People, no-profit di genitori, per fare formazione, informare e sensibilizzare i più giovani della città sull’importanza di questi temi. Il successo della manifestazione è indiscusso, otto giornate di eventi indirizzati ad un pubblico tra i 3 e i 14 anni, ma anche ai genitori, undici laboratori, quindici incontri, un totale di circa 250 partecipanti e un impatto sociale, volto al cambiamento, che si tradurrà, almeno ce lo si augura, in bambini più informati, sensibili e consapevoli che contribuiranno attivamente ad un mondo migliore. Il Festival, realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri e della Regione Piemonte, ha preso vita anche grazie al supporto laboratoriale del MAcA, Museo A come Ambiente, all’intervento e alla professionalità di partner quali Eataly, CAAT – Centro Agroalimentare Torino, Iren e il Cam, Fiab Torino Bike Pride, Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario Onlus e alla partecipazione di Guido Gobino.

“Costruire un futuro: bambini e sostenibilità” ha rappresentato l’occasione ideale per trasmettere alle generazioni future il concetto che si è più forti se, tutti insieme, ci si prende cura della Terra, dell’ambiente e della comunità, senza dimenticare che, oggi più che mai, parlare di sviluppo sostenibile significa innanzitutto interrogarsi sulle implicazioni globali che comporta un’azione a livello locale.

Ora ci attende l’ultima fase del progetto che prevede l’acquisto di una ciclofficina a torre che potrebbe diventare una dotazione permanente presso l’Istituto Comprensivo Manzoni e l’Agenzia per lo Sviluppo Locale di San Salvario, da utilizzare per attività didattiche e ludiche sia a livello scolastico, sia ricreativo.

Nel ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile la realizzazione del I Festival delle Solidarietà e tutti coloro che hanno creduto nel valore dell’iniziativa, sostenendo e partecipando agli eventi, vi salutiamo pensando già al futuro.

Arrivederci alla prossima edizione!!!


21 Settembre 2021

Bilancio positivo, a conclusione della prima settimana del Festival della sostenibilità

Sono 9 gli eventi ludico-didattici sino ad ora proposti e circa 120 le bambine, i bambini e i genitori che hanno partecipato al primo Festival della sostenibilità dell’Associazione Manzoni People. 

Durante i numerosi laboratori, organizzati nel campo della Mobilità sostenibile e Educazione Stradale con Fiab Torino Bike Pride, dell’Educazione Ambientale con CAAT Centro Agroalimentare Torino e dell’Educazione Alimentare con Eataly, i partecipanti hanno scoperto le diverse facce della sostenibilità e tanti modi per prenderci cura dell’ambiente, rafforzando ulteriormente il suo valore.

Ecco, dunque, alcuni scatti del Festival della sostenibilità che proseguirà nelle giornate del 24 e 25 settembre prossimi. 

Se vuoi scoprire i prossimi laboratori e verificare se ci sono ancora disponibilità clicca sul seguente link:https://festival.manzonipeople.org/calendario/


13 Luglio 2021

E…state in Casa!

Si protrarrà sino al 25 settembre il Festival estivo della Casa del Quartiere di San Salvario, inaugurato nel giugno scorso e realizzato nell’ambito di Torino A Cielo Aperto, con il sostegno della Città di Torino, della Fondazione per la Cultura Torino e della Circoscrizione 8.

La Casa del Quartiere, luogo aperto e multiculturale di incontro e di scambio di esperienze e di persone, sorge in San Salvario, zona simbolo della movida torinese, e coinvolge numerose associazioni, cittadini, operatori artistici e culturali del territorio.

Davvero fitto è il programma di eventi, aperti a tutti i cittadini, che si svolgeranno nel cortile della Casa del Quartiere e nell’area dell’aiuola Ginzburg dove si potrà mangiare, studiare, ascoltare musica, incontrarsi e imparare cose nuove.
Sono 90 gli appuntamenti che si susseguiranno e 4 le rassegne:

  • Portofranco summer night – rassegna di cinema italiano in silent movie;
  • Ricordati di me – rassegna di teatro sul tema della memoria;
  • Note di casa – concerti di artisti di fama nazionale, concerti di musica classica, DJ-set, performance di giovani musicisti;
  • Incontriamoci a casa – spettacoli teatrali per famiglie e per i più piccoli, Art Brunch, letture e presentazioni di libri, ma anche incontri e laboratori dedicati alla scienza e sull’ambiente, attività interculturali e di incontro.

Tra gli eventi di settembre, anche quelli del primo Festival della sostenibilità “Costruire il futuro”, organizzato e promosso dall’Associazione Manzoni People, con il contributo della Regione Piemonte.

Scarica il programma in formato pdf ->


12 Luglio 2021

Torino: al via l’attivazione delle ecoisole smart a San Salvario, il quartiere della movida

Sono circa 72 le nuove ecoisole installate, nel quartiere San Salvario, dall’Amiat Gruppo Iren. Si tratta di un innovativo sistema di raccolta differenziata ad accesso controllato che interesserà in totale oltre 7 mila torinesi, residenti nell’area compresa tra corso Marconi, via Nizza, corso Vittorio Emanuele II e corso Massimo D’Azeglio. La nuova raccolta prevede l’utilizzo di cassonetti “smart”, utilizzabili solo dai residenti con una tessera elettronica personale, la Ecocard. Obiettivo: incrementare sul territorio l’estensione della raccolta domiciliare per aumentare ulteriormente la percentuale di raccolta differenziata della Città. Ogni ecoisola è composta da quattro cassonetti per la raccolta del vetro e degli imballaggi in metallo, degli imballaggi in plastica, del rifiuto organico e del residuo non recuperabile.

La raccolta di carta e il cartone invece verrà gestita tramite raccolta “porta a porta” con appositi bidoni collocati nei cortili condominiali. In considerazione poi della frequentazione del quartiere in cui sono presenti molti bar e locali adibiti alla ristorazione, tutti i cassonetti di vetro e plastica prevedono un foro aggiuntivo di forma circolare per agevolare coloro che non hanno la tessera, a differenziare nel modo corretto eventuali rifiuti generati da un consumo in strada di bevande o alimenti. Infine, visto l’elevato numero di cittadini di origine straniera presenti nel quartiere, i materiali informativi che verranno distribuiti, conterranno informazioni tradotte anche in due lingue straniere: cinese e arabo.


12 Luglio 2021

Guido Gobino: pubblicato nel 2021 il primo Bilancio di Sostenibilità

A testimonianza dell’impegno di anni, dimostrato nei confronti dell’ambiente, della filiera e delle risorse umane coinvolte, Guido Gobino, classe 1958, Ambasciatore della Nocciola Piemonte nonché pluripremiato artigiano del cioccolato e a capo dell’omonima azienda torinese, che 25 anni fa inventò il Tourinot, ha presentato quest’anno il primo Report sulla sostenibilità 2019-2020.

Abbiamo identificato la sostenibilità come uno dei parametri fondamentali che concorrono a costruire la qualità dei nostri prodotti – afferma Guido Gobino.Il nostro approccio alla sostenibilità prosegueil mâitre chocolatier – contempla diversi aspetti che spaziano dall’origine delle materie prime, riconoscimento di un prezzo di acquisto equo, riduzione degli intermediari nella catena di approvvigionamento, predilezione per gli ingredienti locali, alla gestione delle risorse, monitoraggio dei consumi energetici dello stabilimento, investimenti per migliorarne l’efficienza, selezione di energia da fonti rinnovabili. E ancora, dalla scelta dei materiali, privilegiando materiali riciclabili o rigenerati e limitando l’uso della plastica, al valore delle persone, riconoscendo contributi salariali senza differenza di genere, sostenendo la formazione, prediligendo le assunzioni di giovani collaboratori e facilitando l’inclusione del personale in categoria protetta.Guido Gobino, attraverso la pubblicazione del Bilancio, di Sostenibilità, rinnova anche l’impegno nella ricerca di materiali e soluzioni innovative, volte a migliorare costantemente l’impatto ambientale, sociale ed economico sul territorio e nel mondo. L’Azienda torinese, con cinquant’anni di storia alle spalle, è certa che la sostenibilità sia l’unica strada percorribile per concepire lo sviluppo futuro.


12 Luglio 2021

Dove transita gran parte dell’ortofrutta che consumiamo?

Situato alle porte di Torino, il CAAT è tra i primi tre Centri Agro Alimentari d’Italia. Stiamo parlando del mercato dei prodotti agro alimentari, operativo 24 ore su 24, 365 giorni l’anno; un polo logistico strategico che rappresenta l’anello di congiunzione tra le aree di produzione e i luoghi di consumo, in grado di incidere positivamente sulla distribuzione dei freschissimi e delle produzioni locali.

Grazie ad un mix vincente di struttura, servizi ed alta qualità dei prodotti trattati, il Centro garantisce la migliore fruibilità e opportunità di acquisto di ortofrutta, favorendo i commercianti grossisti e i produttori agricoli, insediati presso il Centro, il commercio all’ingrosso e al dettaglio, e ancora i consumatori finali.

Sul territorio rappresenta una realtà solida e unica nel suo genere, in quanto offre la garanzia di una Società che opera da quasi un secolo, inizialmente come Mercati all’Ingrosso di Torino, in via Giordano Bruno, e dal 2002 come Centro Agro Alimentare di Torino, nella nuova sede di Strada del Portone 10 a Grugliasco, una posizione strategica al confine Nord dell’Interporto di Torino.

CAAT è inoltre socio fondatore e membro di Italmercati, la prima Rete di Imprese costituita dai più importanti Centri Agroalimentari ed Agromercati all’ingrosso italiani.